La Società Polisportiva Tharros costituita ad Oristano nel 1905 per merito dell’ Avv. Antonio Andria, originario di Seneghe, fondatore e primo presidente della Società Ginnastica Tharros. La Tharros iniziò la sua attività come “Società di Ginnastica”, e la sua nascita è comprovata da  un documento  custodito nell'archivio storico del Comune di Oristano. Trattasi di una lettera della società, firmata dal vicepresidente Antonio Dessì, datata  novembre del 1905 e diretta al Sindaco della città. Nella lettera si fa riferimento proprio alla “costituzione” della società sportiva, dove si legge che, qualche mese prima, in agosto, "…vi comunicammo la costituzione della società...". Il documento è la prova inequivocabile della data di nascita della Tharros, avvenuta con ogni probabilità proprio il 19 giugno di quell’anno, nel corso dell'assemblea svoltasi al Teatro San Martino e raccontata in una cronaca de L' Unione Sarda.

La Società Polisportiva Tharros è la principale squadra di calcio di Oristano, nonché una delle tre più vecchie della Sardegna, nata nel 1905 alle spalle soltanto della Torres di Sassari e in contemporanea con L'Olbia.

Durante la sua storia è stata attiva nei settori della ginnastica, calcio, atletica, ciclismo e pallacanestro. Attualmente è attivo solo il settore calcistico, che dalla stagione 2015/2016 militerà nel girone A sardo di Promozione Regionale. I colori sociali del sodalizio sono il bianco ed il rosso.

La società Ginnastica Tharros iniziò a partecipare alle manifestazioni ufficiali solo nel 1908, ovvero in seguito all'affiliazione alla Federazione Ginnastica d'Italia. Negli anni seguenti la Tharros prese parte a numerosi concorsi di Ginnastica di livello nazionale e internazionale ottenendo vari premi e riconoscimenti sia a livello individuale che di squadra.

Nel 1931, a seguito della costruzione della pista, prese vita la squadra ciclistica del "Dopolavoro Arborense", mentre nel 1938 nacque anche la sezione dedicata al calcio. Entrambe queste squadre nel 1943 entreranno poi a far parte della neonata "Società Polisportiva Tharros". Dalla sua fondazione la Tharros partecipò al campionato di prima divisione regionale, che fra il 1935 ed il 1948 fu il quarto livello del campionato italiano di calcio.

Dopo l'ennesima riorganizzazione del campionato, nel 1948 la prima divisione regionale divenne il quinto livello, ma la squadra sfiorò più volte la promozione al livello superiore (promozione fino al 1952, IV serie dal 1952 al 1957). Nel 1950-1951 per raggiungere l'obiettivo fu chiamato sulla panchina della squadra oristanese il campione del mondo Gino Colaussi. L'esperienza del triestino durò un solo anno, mentre i biancorossi conobbero una crisi finanziaria che nel 1956 portò al fallimento della società. Nell'autunno del 1958 la società fu rifondata con un nuovo consiglio amministrativo.

La promozione in Serie D giunse nel campionato 1966-1967, non sul campo (la Tharros perse 4-1 la finale con l'Alghero) ma grazie al ripescaggio per meriti sportivi. Dopo cinque stagioni di permanenza in campo nazionale, nel 1971-1972 la Tharros arrivò diciottesima nel girone F retrocedendo in Promozione. Due anni dopo fu nuovamente promossa in Serie D, ma nel 1975-1976 arrivò la seconda retrocessione.

Fra il 1981-1982 e il 1991-92 la Tharros si inserì stabilmente nel massimo livello dilettantistico nazionale. Da allora la squadra non è più riuscita a tornare in Serie D limitandosi a oscillare fra l'Eccellenza e la Prima Categoria.

Sponsor 2017/2018